whatsapp contattaci

Tipi di Aerografo e Alimentazione

Tipi di aerografo

L’aerografo o aeropenna, è uno strumento utilizzato per spruzzare colori di vario tipo nebulizzandoli attraverso una sorgente di aria compressa.

Gli aerografi si dividono in due categorie ben distinte: AEROGRAFI AD AZIONE SINGOLA e AEROGRAFI A DOPPIA AZIONE.

Aerografi ad azione singola

Gli aerografi ad AZIONE SINGOLA, premendo il pulsante/bottone, consentono solo di attivare l’apertura dell’aria. Il getto di colore e l’ampiezza della sfumatura possono essere regolati da una ghiera che ruotando varia la quantità di liquido spruzzato. La semplicità di regolazione rende questi aerografi adatti a colorazioni in serie, spruzzature omogenee e campiture per sfondi. Risultano poco adatti qualora si presentasse la necessità di variare la quantità di colore mentre si lavora.

Aerografi a doppia azione

Gli aerografi a DOPPIA AZIONE consentono di regolare simultaneamente sia il flusso dell’aria che la quantità di colore e sono indicati in tutte le applicazioni dove occorre regolare l’intensità e l’ampiezza dello spruzzo durante la lavorazione. Si suddividono in AEROGRAFI A DOPPIA AZIONE INDIPENDENTE e AEROGRAFI A DOPPIA AZIONE CONTROLLATA.

Negli aerografi a DOPPIA AZIONE INDIPENDENTE il pulsante viene premuto per aprire la valvola dell’aria e successivamente tirato indietro per regolare la quantità di colore erogato.

Nel caso degli aerografi a DOPPIA AZIONE CONTROLLATA il pulsante non viene premuto ma solo trascinato verso la parte posteriore dell’aerografo: la prima parte dello spostamento apre l’aria, mentre proseguendo con il movimento si apre il colore regolandone la quantità erogata.

Aerografi per alimentazione

Un’ulteriore suddivisione degli aerografi avviene in base alla loro alimentazione, ovvero la posizione del serbatoio rispetto al corpo dell’aeropenna.

Si hanno aerografi con ALIMENTAZIONE PER GRAVITA' (o per caduta), in cui il serbatoio per il colore è posto nella parte superiore o ricavato all’interno del corpo, oppure posizionato lateralmente all’aeropenna con innesto sotto al livello del colore. Grazie all’azione della forza di gravità il colore penetra all’interno del corpo dell’aerografo e senza l’ausilio di elevate pressioni questi tipi di aeropenne garantiscono maggiore precisione rispetto alle altre.

Si parla di aerografi con ALIMENTAZIONE PER ASPIRAZIONE LATERALE quando il serbatoio per il colore è posizionato lateralmente sotto al punto di collegamento con il corpo dell’aeropenna. Grazie alla pressione dell’aria il colore viene aspirato dal serbatoio causando un breve ritardo prima di essere erogato. Se dotati di vaschetta orientabile hanno il vantaggio di poter essere usati lavorando in tutte le direzioni.

Infine ci sono aerografi con ALIMENTAZIONE PER ASPIRAZIONE SOTTOSTANTE in cui il serbatoio è posizionato sotto all’aeropenna. Elevate pressioni dell’aria permettono la risalita del colore dal serbatoio al condotto centrale, generando un piccolo ritardo prima della nebulizzazione. La capienza del serbatoio rende questi aerografi vantaggiosi per lavori su ampie superfici.

Pulizia dell'Aerografo

Manutenzione e pulizia dell’aerografo sono fasi indispensabili per il suo corretto funzionamento.

Si consiglia di pulire l’aerografo ad ogni cambio di colore e al termine di ogni sessione di lavoro: un aerografo sporco ed intasato funzionerà male, creando grossi problemi di nebulizzazione del colore.

La pulizia dell’aeropenna varia a seconda dei colori utilizzati: per colori a base d’acqua è sufficiente utilizzare acqua mescolata ad un qualsiasi cleaner per aerografo, per colori a base di solvente occorre utilizzare un adeguato diluente che non dovrà ristagnare all’interno dell’aerografo onde evitare il danneggiamento delle guarnizioni, mentre per i colori alimentari basta acqua tiepida o alcool.

Al termine di ogni sessione di lavoro e preferibilmente anche ad ogni cambio di colore, svuotare il serbatoio dai residui di colore, riempirlo con l’apposito cleaner detergente e spruzzarlo fino ad esaurimento. Ripetere il procedimento tappando la punta dell’aeropenna e premendo il pulsante aria per qualche secondo al fine di consentire un ricircolo interno del liquido.

Non fate mai seccare il colore all’interno dell’aerografo. Per rimuovere tracce di colore in punti difficili da raggiungere, utilizzare scovolini e kit di pulizia specifici.

Smontaggio dell'Aerografo

Nel caso l’aerografo non venisse utilizzato per un lungo periodo o presentasse anomalie di funzionamento, è consigliata una pulizia più profonda che implica lo smontaggio dello stesso.

Se non si ha a disposizione l’esploso dell’aeropenna prestare particolare attenzione alla posizione di ogni singolo pezzo durante lo smontaggio, che dovrà essere riposto in ordine su di una superficie piana, al fine di facilitarne il riassemblaggio.

Utilizzare le chiavi in dotazione per svitare il puntale e procedere con l’estrazione dell’ugello (o duse): tali componenti sono particolarmente delicate, prestare la massima attenzione e delicatezza durante lo smontaggio.

Manutenzione Ago e Ugello

Nel caso in cui l’ago dell’aerografo si presentasse leggermente piegato, è possibile riportarlo alla conicità originaria ruotandolo sulla superficie di una carta abrasiva finissima. È inoltre possibile lubrificarlo con specifici lubrificanti per aeropenne, al fine di evitare la formazione di incrostazioni di colore.

L’ugello (o duse) invece, una volta lesionato, non potrà essere ripristinato e l’unico rimedio è la sua sostituzione. Per verificare la presenza di piccole lesioni o crepe è consigliato l’utilizzo di una lente di ingrandimento. Durante la pulizia dell’ugello non dovranno essere inseriti al suo interno corpi estranei quali aghi, spilli o strumenti simili che potrebbero danneggiarlo irreparabilmente.

Carte accettate
Sito realizzato da STUDIO 09